vai al contenuto principale
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI
Non solo badanti: l’emigrazione romena da Ceaucescu a oggi.
31 Marzo 2014

Segnaliamo la puntata di Passpartù dedicata alla migrazioni dalla Romania sul sito Amisnet.org

 

«Per molti italiani è il “Paese delle badanti” in realtà la Romania è uno Stato con caratteristiche eterogenee, l’emigrazione specializzata femminile si unisce a quella maschile di lungo corso, iniziata illegalmente già sotto il regime di Ceaucescu, mentre le grandi fabbriche di stato hanno lasciato il posto a quelle nate grazie all’esternalizzazione della produzione portata avanti dai capitalisti europei

Ospiti della puntata:
Aurelia Mirita, Presidente Associazione Fratia
Pietro Cingolani, Ricercatore Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione
Cristina Bezzi, Ricercatrice Osservatorio Balcani e Caucaso

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
FIERI SEGNALA
Non solo badanti: l’emigrazione romena da Ceaucescu a oggi.
31 Marzo 2014

Segnaliamo la puntata di Passpartù dedicata alla migrazioni dalla Romania sul sito Amisnet.org

 

«Per molti italiani è il “Paese delle badanti” in realtà la Romania è uno Stato con caratteristiche eterogenee, l’emigrazione specializzata femminile si unisce a quella maschile di lungo corso, iniziata illegalmente già sotto il regime di Ceaucescu, mentre le grandi fabbriche di stato hanno lasciato il posto a quelle nate grazie all’esternalizzazione della produzione portata avanti dai capitalisti europei

Ospiti della puntata:
Aurelia Mirita, Presidente Associazione Fratia
Pietro Cingolani, Ricercatore Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione
Cristina Bezzi, Ricercatrice Osservatorio Balcani e Caucaso

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
FIERI SEGNALA
Non solo badanti: l’emigrazione romena da Ceaucescu a oggi.
31 Marzo 2014

Segnaliamo la puntata di Passpartù dedicata alla migrazioni dalla Romania sul sito Amisnet.org

 

«Per molti italiani è il “Paese delle badanti” in realtà la Romania è uno Stato con caratteristiche eterogenee, l’emigrazione specializzata femminile si unisce a quella maschile di lungo corso, iniziata illegalmente già sotto il regime di Ceaucescu, mentre le grandi fabbriche di stato hanno lasciato il posto a quelle nate grazie all’esternalizzazione della produzione portata avanti dai capitalisti europei

Ospiti della puntata:
Aurelia Mirita, Presidente Associazione Fratia
Pietro Cingolani, Ricercatore Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione
Cristina Bezzi, Ricercatrice Osservatorio Balcani e Caucaso

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
FIERI SEGNALA
Torna su