vai al contenuto principale
EVENTI
EVENTI
EVENTI
Invito “Dall’Assistenza all’Integrazione lavorativa degli immigrati. Tavola Rotonda: Fare Network per sostenere il terzo settore”. Torino, 31 marzo ore 15

Siamo lieti di segnalarvi la tavola rotonda dal titolo “Dall’assistenza all’integrazione lavorativa degli immigrati. Fare network: per sostenere il terzo settore” che si terrà venerdì 31 marzo dalle ore 15 alle 17 presso il Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100 A, Atrio Centrale, Aula A2.

Il ruolo assegnato alle organizzazioni del terzo settore nell’assistenza ai migranti ed ai richiedenti asilo è stato via via crescente ed ha impegnato tutte le risorse umane disponibili delle associazioni già esistenti. Altre se ne sono create per sostenere questo grande e nuovo fenomeno che tocca problemi concreti ma anche la sfera emotiva delle persone. Per quanto si impegnino e si sforzino, sono in grado le associazioni del terzo settore di svolgere questo ruolo che non è solo di prima assistenza, ma anche di integrazione lavorativa e sociale?
La logica dell’emergenza ha finora guidato le azioni sia del Governo sia delle comunità locali, ciò ha prodotto casi di maggior successo ma ha anche messo in luce difficoltà.
Come possono essere aiutate le associazioni del terzo settore dalle istituzioni che operano sul territorio?
La formazione che gli uffici locali del lavoro offrono ai richiedenti asilo è finanziata in larga parte dal Fondo Sociale Europeo. I numeri dei partecipanti sono molto limitati e ancor più limitati sono gli sbocchi professionali. Altri attori si dichiarano disponibili a collaborare. Ad esempio Confindustria ha firmato una convezione col Ministero del Lavoro per formare ed
offrire stage ad immigrati, ma non ha un effetto diretto. Altri attori privati sono attivi ma emerge la mancanza di un legame più stretto tra mercato, imprese ed associazioni di volontariato che permetta di meglio combinare la voglia di aiutare i richiedenti asilo con la domanda di lavoratori. Che ruolo potrebbero svolgere le Fondazioni? Potrebbero collaborare aiutando le associazioni ad avvicinarsi di più al mondo dell’impresa e del mercato. Ma anche il mondo delle imprese potrebbe essere avvicinato al mondo del volontariato? In quale modo?

AREE TEMATICHE
PROGETTO
INFORMAZIONI
Data: -
Luogo: -
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
Invito “Dall’Assistenza all’Integrazione lavorativa degli immigrati. Tavola Rotonda: Fare Network per sostenere il terzo settore”. Torino, 31 marzo ore 15

Siamo lieti di segnalarvi la tavola rotonda dal titolo “Dall’assistenza all’integrazione lavorativa degli immigrati. Fare network: per sostenere il terzo settore” che si terrà venerdì 31 marzo dalle ore 15 alle 17 presso il Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100 A, Atrio Centrale, Aula A2.

Il ruolo assegnato alle organizzazioni del terzo settore nell’assistenza ai migranti ed ai richiedenti asilo è stato via via crescente ed ha impegnato tutte le risorse umane disponibili delle associazioni già esistenti. Altre se ne sono create per sostenere questo grande e nuovo fenomeno che tocca problemi concreti ma anche la sfera emotiva delle persone. Per quanto si impegnino e si sforzino, sono in grado le associazioni del terzo settore di svolgere questo ruolo che non è solo di prima assistenza, ma anche di integrazione lavorativa e sociale?
La logica dell’emergenza ha finora guidato le azioni sia del Governo sia delle comunità locali, ciò ha prodotto casi di maggior successo ma ha anche messo in luce difficoltà.
Come possono essere aiutate le associazioni del terzo settore dalle istituzioni che operano sul territorio?
La formazione che gli uffici locali del lavoro offrono ai richiedenti asilo è finanziata in larga parte dal Fondo Sociale Europeo. I numeri dei partecipanti sono molto limitati e ancor più limitati sono gli sbocchi professionali. Altri attori si dichiarano disponibili a collaborare. Ad esempio Confindustria ha firmato una convezione col Ministero del Lavoro per formare ed
offrire stage ad immigrati, ma non ha un effetto diretto. Altri attori privati sono attivi ma emerge la mancanza di un legame più stretto tra mercato, imprese ed associazioni di volontariato che permetta di meglio combinare la voglia di aiutare i richiedenti asilo con la domanda di lavoratori. Che ruolo potrebbero svolgere le Fondazioni? Potrebbero collaborare aiutando le associazioni ad avvicinarsi di più al mondo dell’impresa e del mercato. Ma anche il mondo delle imprese potrebbe essere avvicinato al mondo del volontariato? In quale modo?

AREE TEMATICHE
PROGETTO
INFORMAZIONI
Data: -
Luogo: -
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
Invito “Dall’Assistenza all’Integrazione lavorativa degli immigrati. Tavola Rotonda: Fare Network per sostenere il terzo settore”. Torino, 31 marzo ore 15

Siamo lieti di segnalarvi la tavola rotonda dal titolo “Dall’assistenza all’integrazione lavorativa degli immigrati. Fare network: per sostenere il terzo settore” che si terrà venerdì 31 marzo dalle ore 15 alle 17 presso il Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100 A, Atrio Centrale, Aula A2.

Il ruolo assegnato alle organizzazioni del terzo settore nell’assistenza ai migranti ed ai richiedenti asilo è stato via via crescente ed ha impegnato tutte le risorse umane disponibili delle associazioni già esistenti. Altre se ne sono create per sostenere questo grande e nuovo fenomeno che tocca problemi concreti ma anche la sfera emotiva delle persone. Per quanto si impegnino e si sforzino, sono in grado le associazioni del terzo settore di svolgere questo ruolo che non è solo di prima assistenza, ma anche di integrazione lavorativa e sociale?
La logica dell’emergenza ha finora guidato le azioni sia del Governo sia delle comunità locali, ciò ha prodotto casi di maggior successo ma ha anche messo in luce difficoltà.
Come possono essere aiutate le associazioni del terzo settore dalle istituzioni che operano sul territorio?
La formazione che gli uffici locali del lavoro offrono ai richiedenti asilo è finanziata in larga parte dal Fondo Sociale Europeo. I numeri dei partecipanti sono molto limitati e ancor più limitati sono gli sbocchi professionali. Altri attori si dichiarano disponibili a collaborare. Ad esempio Confindustria ha firmato una convezione col Ministero del Lavoro per formare ed
offrire stage ad immigrati, ma non ha un effetto diretto. Altri attori privati sono attivi ma emerge la mancanza di un legame più stretto tra mercato, imprese ed associazioni di volontariato che permetta di meglio combinare la voglia di aiutare i richiedenti asilo con la domanda di lavoratori. Che ruolo potrebbero svolgere le Fondazioni? Potrebbero collaborare aiutando le associazioni ad avvicinarsi di più al mondo dell’impresa e del mercato. Ma anche il mondo delle imprese potrebbe essere avvicinato al mondo del volontariato? In quale modo?

AREE TEMATICHE
PROGETTO
INFORMAZIONI
Data: -
Luogo: -
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
Torna su