vai al contenuto principale
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI
PUBBLICAZIONI
From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process
18 Novembre 2015

Segnaliamo l’articolo di Maurizio Ambrosini  dal titolo From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process pubblicato online in early view il 13 novembre 2015 all’interno della rivista “international migration”.

Abstract

IT Dall’ “illegalità” alla tolleranza e oltre: L’immigrazione irregolare come un processo selettivo e dinamico

L’Immigrazione definita come “illegale” è la tipica area in cui le rappresentazioni dominanti non coincidono con i fenomeni sociali. Partendo da questa definizione, l’articolo affronta due temi. Il primo è il trattamento selettivo che gli immigrati irregolari ricevono nelle società d’arrivo. Interessi variegati e rappresentazioni sociali dell’immigrazione irregolare di vario tipo tendono a ridefinire tale immigrazione in modi diversi: il riconoscimento formale e il riconoscimento sociale dovrebbero essere distinti sul piano teorico, e infatti possono essere divergenti. La loro intersezione determina quattro casi: esclusione, stigmatizzazione, tolleranza, integrazione. Il secondo tema è la maggiore facilità che alcuni  migranti irregolari incontrano nel passaggio a uno status giuridico regolare, soprattutto quelli che incontrano alcune forme di tolleranza da parte della società di accoglienza. Tre veicoli di regolarizzazione saranno individuati e discussi: l’approccio meritocratico; la legalizzazione liberale; la vittimizzazione. Per quanto riguarda i processi di accettazione e di legalizzazione, verrà evidenziato il ruolo dei diversi intermediari che operano tra le società d’arrivo e gli immigrati irregolari.

EN From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process

Immigration defined as “illegal” is a typical area where the dominant representations differ from social phenomena. Starting from this point, this article deals with two issues. The first is the selective treatment of irregular immigration by receiving societies. Diverse interests and social representations of irregular immigration tend to redefine it in different ways: formal authorization andsocial recognition should be distinguished, and they can go in different directions. Their intersection determines four cases: exclusion, stigmatization, tolerance, integration. The second, and related, issue is the easier transition to a legal status of some irregular migrants, especially those who encounter some forms of tolerance in receiving societies. Three devices of regularization will be identified and discussed: deservingness; liberal legalization; victimization. In regard to processes of acceptance and legalization, the action of various intermediaries between the receiving societies and irregular immigrants will be highlighted.

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process
18 Novembre 2015

Segnaliamo l’articolo di Maurizio Ambrosini  dal titolo From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process pubblicato online in early view il 13 novembre 2015 all’interno della rivista “international migration”.

Abstract

IT Dall’ “illegalità” alla tolleranza e oltre: L’immigrazione irregolare come un processo selettivo e dinamico

L’Immigrazione definita come “illegale” è la tipica area in cui le rappresentazioni dominanti non coincidono con i fenomeni sociali. Partendo da questa definizione, l’articolo affronta due temi. Il primo è il trattamento selettivo che gli immigrati irregolari ricevono nelle società d’arrivo. Interessi variegati e rappresentazioni sociali dell’immigrazione irregolare di vario tipo tendono a ridefinire tale immigrazione in modi diversi: il riconoscimento formale e il riconoscimento sociale dovrebbero essere distinti sul piano teorico, e infatti possono essere divergenti. La loro intersezione determina quattro casi: esclusione, stigmatizzazione, tolleranza, integrazione. Il secondo tema è la maggiore facilità che alcuni  migranti irregolari incontrano nel passaggio a uno status giuridico regolare, soprattutto quelli che incontrano alcune forme di tolleranza da parte della società di accoglienza. Tre veicoli di regolarizzazione saranno individuati e discussi: l’approccio meritocratico; la legalizzazione liberale; la vittimizzazione. Per quanto riguarda i processi di accettazione e di legalizzazione, verrà evidenziato il ruolo dei diversi intermediari che operano tra le società d’arrivo e gli immigrati irregolari.

EN From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process

Immigration defined as “illegal” is a typical area where the dominant representations differ from social phenomena. Starting from this point, this article deals with two issues. The first is the selective treatment of irregular immigration by receiving societies. Diverse interests and social representations of irregular immigration tend to redefine it in different ways: formal authorization andsocial recognition should be distinguished, and they can go in different directions. Their intersection determines four cases: exclusion, stigmatization, tolerance, integration. The second, and related, issue is the easier transition to a legal status of some irregular migrants, especially those who encounter some forms of tolerance in receiving societies. Three devices of regularization will be identified and discussed: deservingness; liberal legalization; victimization. In regard to processes of acceptance and legalization, the action of various intermediaries between the receiving societies and irregular immigrants will be highlighted.

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process
18 Novembre 2015

Segnaliamo l’articolo di Maurizio Ambrosini  dal titolo From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process pubblicato online in early view il 13 novembre 2015 all’interno della rivista “international migration”.

Abstract

IT Dall’ “illegalità” alla tolleranza e oltre: L’immigrazione irregolare come un processo selettivo e dinamico

L’Immigrazione definita come “illegale” è la tipica area in cui le rappresentazioni dominanti non coincidono con i fenomeni sociali. Partendo da questa definizione, l’articolo affronta due temi. Il primo è il trattamento selettivo che gli immigrati irregolari ricevono nelle società d’arrivo. Interessi variegati e rappresentazioni sociali dell’immigrazione irregolare di vario tipo tendono a ridefinire tale immigrazione in modi diversi: il riconoscimento formale e il riconoscimento sociale dovrebbero essere distinti sul piano teorico, e infatti possono essere divergenti. La loro intersezione determina quattro casi: esclusione, stigmatizzazione, tolleranza, integrazione. Il secondo tema è la maggiore facilità che alcuni  migranti irregolari incontrano nel passaggio a uno status giuridico regolare, soprattutto quelli che incontrano alcune forme di tolleranza da parte della società di accoglienza. Tre veicoli di regolarizzazione saranno individuati e discussi: l’approccio meritocratico; la legalizzazione liberale; la vittimizzazione. Per quanto riguarda i processi di accettazione e di legalizzazione, verrà evidenziato il ruolo dei diversi intermediari che operano tra le società d’arrivo e gli immigrati irregolari.

EN From “illegality” to Tolerance and Beyond: Irregular Immigration as a Selective and Dynamic Process

Immigration defined as “illegal” is a typical area where the dominant representations differ from social phenomena. Starting from this point, this article deals with two issues. The first is the selective treatment of irregular immigration by receiving societies. Diverse interests and social representations of irregular immigration tend to redefine it in different ways: formal authorization andsocial recognition should be distinguished, and they can go in different directions. Their intersection determines four cases: exclusion, stigmatization, tolerance, integration. The second, and related, issue is the easier transition to a legal status of some irregular migrants, especially those who encounter some forms of tolerance in receiving societies. Three devices of regularization will be identified and discussed: deservingness; liberal legalization; victimization. In regard to processes of acceptance and legalization, the action of various intermediaries between the receiving societies and irregular immigrants will be highlighted.

a cura di:
AREE TEMATICHE
PROGETTO
TAG
Nessun tag disponibile
FIERI SEGNALA
Torna su