skip to Main Content
PUBLICATIONS
PUBLICATIONS
PUBLICATIONS
Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe
14 October 2013

Nell’ambito del progetto “Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe”, FIERI ha realizzato le indagini sul terreno e prodotto il rapporto finale della ricerca sul versante italiano.

Il mercato del lavoro dei servizi domestici in Italia ha conosciuto una crescita consistente a partire dagli anni ’70 del secolo scorso. Di fronte alla crisi dei sistemi tradizionali di cura prestata dalle famiglie e all’inadeguatezza strutturale del welfare pubblico, le lavoratrici immigrate hanno progressivamente e massicciamente ingrossato le fila della forza lavoro nel settore. Fornendo servizi di pulizia e mantenimento della casa o di assistenza e cura ad anziani e disabili nelle famiglie italiane, sono ormai divenute uno dei pilastri del welfare italiano: nel 2011 più di una lavoratrice immigrata su due (51,3%) è impiegata come domestica o assistente familiare.

Nonostante le traiettorie di percorso migratorio e lavorativo delle lavoratrici immigrate nel settore siano molto diversificate a partire da caratteristiche individuali, strategie e risorse collettive che esse riescono a mobilitare nella struttura di opportunità sociali, economiche e politiche, la ricerca ha messo in evidenza alcuni schemi ricorrenti nei percorsi di integrazione lavorativa nel settore di servizi familiari e domestici.

Il processo di integrazione socio-lavorativa delle lavoratrici immigrate nel settore domestico contribuisce a focalizzare l’attenzione sull’interconnessione tra i regimi di welfare, di lavoro e di immigrazione nel contesto italiano. Infine, il rapporto suggerisce alcune possibili piste per riforme politiche e normative finalizzate ad affrontare alcune delle sfide più importanti rispetto all’integrazione socio-economica delle lavoratrici domestiche immigrate in Italia.

The domestic sector’s labour market has experienced considerable growth in Italy since the 1970s. Vis-à-vis the crisis of traditional informal care systems and the inadequacy of national welfare services, foreign workers have been progressively and significantly joining this sector.

By providing housekeeping and care services to Italian households, they have become one of the major pillars of the Italian welfare system, with more than one in two foreign women (51.3%) employed as a domestic worker or family assistant in 2011.

Although migration and labour trajectories of migrants in this sector are very diverse due to individual characteristics, strategies and the collective resources that they mobilize in the given social, economic and political “opportunity structure”, the research highlights some common patterns of labour market integration in the personal and household services sector.

The highlighted processes of labour market integration into the domestic sector of migrant workers finally contributes to drawing attention to the interconnection between immigration, welfare and labour regimes in the Italian context. The report finally suggests some possible avenues for policy reform aimed at tackling the most serious challenges concerning socio-economic integration of migrant domestic workers in Italy.

edited by:
THEMATIC AREAS
PROJECT
TAG
Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe
14 October 2013

Nell’ambito del progetto “Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe”, FIERI ha realizzato le indagini sul terreno e prodotto il rapporto finale della ricerca sul versante italiano.

Il mercato del lavoro dei servizi domestici in Italia ha conosciuto una crescita consistente a partire dagli anni ’70 del secolo scorso. Di fronte alla crisi dei sistemi tradizionali di cura prestata dalle famiglie e all’inadeguatezza strutturale del welfare pubblico, le lavoratrici immigrate hanno progressivamente e massicciamente ingrossato le fila della forza lavoro nel settore. Fornendo servizi di pulizia e mantenimento della casa o di assistenza e cura ad anziani e disabili nelle famiglie italiane, sono ormai divenute uno dei pilastri del welfare italiano: nel 2011 più di una lavoratrice immigrata su due (51,3%) è impiegata come domestica o assistente familiare.

Nonostante le traiettorie di percorso migratorio e lavorativo delle lavoratrici immigrate nel settore siano molto diversificate a partire da caratteristiche individuali, strategie e risorse collettive che esse riescono a mobilitare nella struttura di opportunità sociali, economiche e politiche, la ricerca ha messo in evidenza alcuni schemi ricorrenti nei percorsi di integrazione lavorativa nel settore di servizi familiari e domestici.

Il processo di integrazione socio-lavorativa delle lavoratrici immigrate nel settore domestico contribuisce a focalizzare l’attenzione sull’interconnessione tra i regimi di welfare, di lavoro e di immigrazione nel contesto italiano. Infine, il rapporto suggerisce alcune possibili piste per riforme politiche e normative finalizzate ad affrontare alcune delle sfide più importanti rispetto all’integrazione socio-economica delle lavoratrici domestiche immigrate in Italia.

The domestic sector’s labour market has experienced considerable growth in Italy since the 1970s. Vis-à-vis the crisis of traditional informal care systems and the inadequacy of national welfare services, foreign workers have been progressively and significantly joining this sector.

By providing housekeeping and care services to Italian households, they have become one of the major pillars of the Italian welfare system, with more than one in two foreign women (51.3%) employed as a domestic worker or family assistant in 2011.

Although migration and labour trajectories of migrants in this sector are very diverse due to individual characteristics, strategies and the collective resources that they mobilize in the given social, economic and political “opportunity structure”, the research highlights some common patterns of labour market integration in the personal and household services sector.

The highlighted processes of labour market integration into the domestic sector of migrant workers finally contributes to drawing attention to the interconnection between immigration, welfare and labour regimes in the Italian context. The report finally suggests some possible avenues for policy reform aimed at tackling the most serious challenges concerning socio-economic integration of migrant domestic workers in Italy.

edited by:
THEMATIC AREAS
PROJECT
TAG
Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe
14 October 2013

Nell’ambito del progetto “Promoting the Integration of Migrant Domestic Workers in Europe”, FIERI ha realizzato le indagini sul terreno e prodotto il rapporto finale della ricerca sul versante italiano.

Il mercato del lavoro dei servizi domestici in Italia ha conosciuto una crescita consistente a partire dagli anni ’70 del secolo scorso. Di fronte alla crisi dei sistemi tradizionali di cura prestata dalle famiglie e all’inadeguatezza strutturale del welfare pubblico, le lavoratrici immigrate hanno progressivamente e massicciamente ingrossato le fila della forza lavoro nel settore. Fornendo servizi di pulizia e mantenimento della casa o di assistenza e cura ad anziani e disabili nelle famiglie italiane, sono ormai divenute uno dei pilastri del welfare italiano: nel 2011 più di una lavoratrice immigrata su due (51,3%) è impiegata come domestica o assistente familiare.

Nonostante le traiettorie di percorso migratorio e lavorativo delle lavoratrici immigrate nel settore siano molto diversificate a partire da caratteristiche individuali, strategie e risorse collettive che esse riescono a mobilitare nella struttura di opportunità sociali, economiche e politiche, la ricerca ha messo in evidenza alcuni schemi ricorrenti nei percorsi di integrazione lavorativa nel settore di servizi familiari e domestici.

Il processo di integrazione socio-lavorativa delle lavoratrici immigrate nel settore domestico contribuisce a focalizzare l’attenzione sull’interconnessione tra i regimi di welfare, di lavoro e di immigrazione nel contesto italiano. Infine, il rapporto suggerisce alcune possibili piste per riforme politiche e normative finalizzate ad affrontare alcune delle sfide più importanti rispetto all’integrazione socio-economica delle lavoratrici domestiche immigrate in Italia.

The domestic sector’s labour market has experienced considerable growth in Italy since the 1970s. Vis-à-vis the crisis of traditional informal care systems and the inadequacy of national welfare services, foreign workers have been progressively and significantly joining this sector.

By providing housekeeping and care services to Italian households, they have become one of the major pillars of the Italian welfare system, with more than one in two foreign women (51.3%) employed as a domestic worker or family assistant in 2011.

Although migration and labour trajectories of migrants in this sector are very diverse due to individual characteristics, strategies and the collective resources that they mobilize in the given social, economic and political “opportunity structure”, the research highlights some common patterns of labour market integration in the personal and household services sector.

The highlighted processes of labour market integration into the domestic sector of migrant workers finally contributes to drawing attention to the interconnection between immigration, welfare and labour regimes in the Italian context. The report finally suggests some possible avenues for policy reform aimed at tackling the most serious challenges concerning socio-economic integration of migrant domestic workers in Italy.

edited by:
THEMATIC AREAS
PROJECT
TAG
Back To Top